Nuovo Ulivo Bersani apre anche a Rutelli

Non sarà un’ammucchiata, ma il superamento definitivo delle logiche dell’Unione. Il leader del Pd Pierluigi Bersani fa i conti con gli scenari di crisi e spiega che ciò che ha in mente non è il ritorno all’Ulivo. Ai suoi, Bersani dice di non cadere «in depressione», anche se sa che la «battaglia sarà difficile». Partecipando al videoforum su Repubblica.it, il segretario democratico invita i finiani «ad essere coerenti» sul processo breve e ribadisce l’idea di una maggioranza trasversale che sia capace in Parlamento di modificare la legge elettorale in vigore. «Un abominio, perché porta il Parlamento a rispondere al governo e non il contrario. Bisogna evitare che col 35% si possa fare tutto, fino ad arrivare al Quirinale». A Bossi, che lo ha accusato di aver offerto al premier i voti del Pd pur di evitare le elezioni anticipate risponde: «Bossi ne ha sparate di grosse, ma questa è la peggiore. In realtà è lui che ha tradito le ragioni sociali di un partito come la Lega». Bersani bacchetta anche i suoi: «Veltroni è stato leale, ma a Renzi dico che per costruire non basta distruggere». (leggo)