Gheddafi sbarca a Roma scortato da due ‘amazzoni’

Il leader libico Muammar Gheddafi è giunto all’aeroporto militare di Ciampino per le celebrazioni del Trattato di Amicizia Italia-Libia. Gheddafi è sceso dall’aereo scortato, come di consueto, da due amazzoni in tuta mimetica che lo seguiranno in ogni suo spostamento. Vestito con un abito tradizionale libico, è stato accolto dal picchetto d’onore, dal ministro Frattini e dall’ambasciatore libico Abdelhafad Gaddur. Il colonnello è stato chiamato dai tanti giornalisti e fotografi presenti sulla pista d’atterraggio e si è girato salutando.

Il colonnello era inizialmente atteso alle 12 all’aeroporto militare "Giovan Battista Pastine" di Ciampino, ma è arrivato alle 13.15. Un’ora e mezzo di ritardo dunque rispetto al programma, peraltro già cambiato più volte negli ultimi due giorni. Le misure di sicurezza attorno allo scalo romano sono state rafforzate con uno schieramento di polizia e carabinieri.

Arriveranno invece all’aeroporto di Fiumicino, divisi in due diversi voli speciali, i 30 cavalli berberi al seguito di Gheddafi che parteciperanno domani sera alle celebrazioni per il secondo anniversario della firma del Trattato di amicizia e cooperazione tra Italia e Libia.

VICINO ALLA TENDA – Sono ora circa 200 le ragazze, reclutate dall’agenzia Hostessweb, che attendono Muammar Gheddafi all’Accademia libica, nei pressi della residenza dell’ambasciatore della Libia dove il leader della Rivoluzione alloggera’ con la sua inseparabile tenda durante la permanenza a Roma. Eleganti, multietniche, alcune vestite anche con il caratteristico velo islamico, le 200 hostess si sono raggruppate all’Accademia libica intorno alle 12.30.

Grande riserbo sul programma a loro assegnato in vista dell’arrivo di Gheddafi.‘’Ci hanno dato pochissime istruzioni’’ ha ammesso una delle ragazze, mentre nessuna informazione e’ trapelata dalle coordinatrice dell’agenzia di hostess. Una parte delle ragazze ha pero’ raccontato di essere gia’ stata nella residenza dell’ambasciatore libico per incontrare il colonnello, quando nel novembre scorso Gheddafi, per due serate consecutive, ospito’ circa 150 ragazze della medesima agenzia. Alcune invece hanno precisato che per loro si tratta dell’’esordio’ davanti al leader libico. Tutte, comunque, sono arrivate indossando vestiti eleganti e non troppo scollati. Tra di loro anche alcune ragazze di colore e mediorientali. (quotidiano.net)