Muore per mancanza di ossigeno durante intervento

Dieci operatori sanitari del Centro cardiochirurgico “Gallucci” di Padova sono stati indagati per la morte di una paziente rimasta senza ossigeno dopo un intervento al cuore. La vittima, Mariagrazia Rossato, 50 anni, responsabile dei servizi demografici della municipalità di Mestre (Venezia), era stata operata dopo Ferragosto proprio al Gallucci per la sostituzione di una valvola cardiaca. Per insorte complicazioni, era stata ritenuta necessaria una seconda operazione e quindi una terza, dopo la quale la paziente è deceduta. Oggetto di perizia sarà in particolare il funzionamento dell’erogatore di ossigeno nel passaggio da alimentazione mobile a fissa all’uscita dalla sala operatoria. Tra gli indagati, medici,infermieri e tecnici del centro ospedaliero veneto.