Ibra vuole il Milan, la Juve insiste per Di Natale

Entra nel vivo l’operazione Ibrahimovic. A mille chilometri da quel «chissà…» sussurrato domenica sera dal patron Berlusconi nel ventre di San Siro, il vicepresidente e amministratore delegato rossonero, Adriano Galliani, prova a strappare – «in una trattativa molto difficile e molto costosa» – l’attaccante alla società blaugrana – il cui cuore non batte più per il campione di Malmoe. I rissoneri hanno già il sì dell’attaccante. A mille chilometri da Milano – in occasione dell’edizione numero 45 del Trofeo Gamper, vinto dal Barcellona 4-2 sul Milan dopo i rigori – il dirigente brianzolo, accompagnato dal direttore organizzativo, Umberto Gandini si è seduto a tavola con il presidente dei catalani Sandro Rosell e il direttore sportivo, Andoni Zubizareta, per un primo faccia a faccia – durato circa un paio d’ore – subito bissato da un secondo colloquio negli uffici del Barca adiacenti al Camp Nou. Secondo round – e oggi, a mezzogiorno le due parti continueranno a parlarsi – ha preso parte anche l’agente di Ibra, Mino Raiola. «Con il Barcellona – ha spiegato Galliani a Milan Channel – torneremo a rivederci. La trattativa è molto difficile e molto costosa». Una trattativa, che non prevede «da parte del Milan, contropartite tecniche ». A rendere impervia una trattativa già complessa per la caratura del giocatore e per i quasi 70 milioni di euro (tra Etòo e contanti) sborsati dai blaugrana lo scorso anno per avere Ibra dall’ Inter, contribuisce l’ingaggio principesco – circa 12 milioni di euro all’ anno – percepito dalla punta e ben superiore alla soglia stabilita in casa Milan. Prosegue anche la trattativa che vede la Juventus sulle tracce di Totò Di Natale. Gli agenti del giocatore, Bruno e Augusto Carpeggiani, sono stati nella sede della Juve per discutere dell’arrivo dell’attaccante dell’Udinese. Il ds dell’Udinese ha detto che «la trattativa va avanti ma non si chiuderà in due ore. perchè Di Natale è un giocatore importante. Vuole restare? Il matrimonio si fa in tre. L’Udinese è impreparata, e tutto il resto del mercato è quindi bloccato». Per sostituire il capocannoniere dell’ultimo campionato la squadra friulana pensa a Biabiany, che però l’Inter non vuole cedere, ma c’è anche la possibilità di un’offerta al Cagliari per Matri. Di Natale ieri si è regolarmente allenato davanti a 300 tifosi accorsi al campo. Di fronte alle domande sul suo futuro si è limitato a spalancare le braccia, come a far intendere che la scelta dipende dalla società e non da lui. In ogni caso la Juve non si ferma solo a questa operazione ma si sta muovendo con decisione per portare a Torino Burdisso dall’Inter, beffando la Roma che non ha mai fatto mistero di rivolere il giocatore. (ilpiccolo)