Tirrenia, Uil conferma sciopero del 30

Dopo un lungo pressing dei sindacati, il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteolihaconvocatoper il6 settembre prossimo un tavolo di confronto sulla privatizzazione di Tirrenia. E ha inviato ai sindacati (Uiltrasporti, Orsa e Federmar Cisal) un invito a differire lo sciopero di48ore del 30 e 31 agosto. Ma la Uiltrasporti va avanti, confermando la protesta, disposta a violare anche la precettazione.E resta, così, a rischio il rientro a casa di 15-20mila passeggeri. Il ministro, ricordando che fino al 5 settembre fare scioperi è vietato dalla regola della franchigia estiva, ha spiegato che lo slittamento della riunione, che la Uiltrasporti aveva chiestoprimadello sciopero,ènecessario perchè «qualche prospettiva si è aperta» e quindi vuole presentarsi all’incontro con «qualcosina in più» di concreto. In sostanza, con un quadro più chiaro e novità che potrebbe aver raccolto dall’amministratore straordinario di Tirrenia, GiancarloD’Andrea,chedeveoccuparsi di trovare un acquirente. Ma, per il senatore dell’Italia dei Valori Stefano Pedica, il ministro «non ha soluzioni reali». In campo sono in due ad aver dichiarato interesse per il gruppo di navigazione. Mediterranea Holding torna alla carica con una proposta di acquisto di Tirrenia e Siremar, Moby che vuole acquistare solo Tirrenia.