Traffico: contro-esodo, bollino nero da oggi a lunedì

Parte il contro-esodo e da oggi fino a lunedì rispunta il «bollino nero» per il traffico autostradale. Già da ieri pomeriggio e fino al 23 si prevede traffico intenso su strade e autostrade per il fine settimana di controesodo, in particolare dai valichi di frontiera e dalle località balneari verso le grandi città del Centro-Nord. Tra gli snodi più critici quello sulla A4 in prticolare al casello del Lisert dove si attendono code per il rientro dei turisti dalle coste della Croazia. «Il volume di traffico della prima fase delle partenze – afferma il presidente dell’Anas Pietro Ciucci – è risultato superiore a quello dell’anno scorso, ma a differenza del passato non si sono verificate situazioni critiche sull’intera rete stradale e autostradale ». In particolare l’Anas si aspetta un forte traffico sulla A3 Salerno- Reggio Calabria, dove, spiega Ciucci, «si è registrato il 12% di transiti in più del 2009, ma senza particolari disagi». E tuttavia sarà di nuovo «bollino nero» per la Salerno- Reggio Calabria, dove si attende un primo significativo ritorno sia dalle lunghe che dalle brevi vacanze, avverte il presidente dell’Anas. Ai viaggi di ritorno dalle località di villeggiatura verso le città si aggiungeranno gli spostamenti di breve percorrenza e la fascia critica per i rientri sarà quella compresa tra 6 e le 22 di oggi e domani, comunica in una nota Autostrada per l’Italia. Il traffico di rientro è previsto anche per lunedì mattina, per gli spostamenti medio- brevi da Napoli verso Roma, dalla Romagna verso Bologna e dalla Liguria verso Milano. La circolazione sarà comunque favorita dallo stop dei mezzi pesanti dalle 7 alle 24 di oggi e domani e dalla rimozione di tutti i cantieri presenti nelle direttrici di controesodo, mentre quelli inamovibili garantiscono il numero di corsie pre-esistenti. Il «controesodo» si svolgerà all’insegna di temperature in graduale e generale aumento, e con tempo stabile. Lo afferma il mattinale della Protezione Civile, che però prevede ancora, solo per le regioni centro-settentrionali, il rapido passaggio di una perturbazione, responsabile di un temporaneo peggioramento delle condizioni meteo, con modesti fenomeni di instabilità. Sulle regioni meridionali il tempo continua ad essere prevalentemente soleggiato, con afflussi di aria di origine africana che porterà ad un ulteriore aumento delle temperature, fino a valori superiori alle medie del periodo. Oggi e domani il tempo tornerà stabile anche sulle regioni centro-settentrionali.