Il Palermo in gran forma batte Napoli e Valencia

Il Palermo c’è, il Napoli ancora no. E il Valencia rimane ametà, rispetto ai giudizi che riguardano le due italiane. Questo è il verdetto del triangolare del Barbera (Trofeo Assemblea regionale siciliana), che i rosanero hanno vinto davanti a 16mila spettatori aggiudicandosi con lo stesso punteggio (1-0) prima il match contro i partenopei e infine quello contro gli spagnoli. Il Napoli, invece, prima di perdere con i siciliani aveva pareggiato con gli iberici, anche se poi ai rigori era stato il Valencia a imporsi per 6-5. In vista dell’Europa League, suona qualche campanello d’allarme per la squadra di Mazzarri, seppure con l’attenuante delle assenze di Lavezzi, Hamsik, Gargano e Cavani. In grande spolvero, invece, il Palermo: nei mini-incontri da 45’ ciascuno, ha messo in mostra i propri gioielli, non ha patito l’assenza di Miccoli e ha dimostrato un’ottima condizione. Il «matador» del Napoli è stato Maccarone, anche se poi «Big Mac» si è fatto espellere per un calcione rifilato a Santacroce: però è ugualmente uscito tra gli applausi di una tifoseria che lo ama. Nella partita decisiva con il Valencia, la formazione di Delio Rossi ha segnato al 25’ con il cileno Pinilla e ha contenuto la reazione degli spagnoli, andati vicini al pareggio all’ultimo minuto con Fernandes.