Il Nord flagellato da pioggia eneve

Pioggia e vento hanno flagellato ieri le regioni del Nord Italia, portando con sè, in alcuni casi, temperature tutt’altro che estive. Per oggi le previsioni sono ancora di tempo irregolare, con temporali sparsi, temperature minime in calo e massime in ripresa. In Liguria a causa del forte vento una barca a motore di circa 12 metri ha rischiato di sbattere contro la nuova banchina del porto di Santa Margherita e una imbarcazione da diporto di bandiera inglese di 34 metri, in ingresso nel porto di Portofino, a causa della forte burrasca e presumibilmente per un’improvvisa avaria al motore, ha speronato due unità da diporto regolarmente ormeggiate. Flagellata dalla pioggia la Toscana dove, secondo quanto riferito dall’ Enel, si sono abbattuti ben 5200 fulmini. A Viareggio, nel pomeriggio, si è abbattuto un violento nubifragio con grandine che ha imbiancato anche il viale a mare e la passeggiata conferendo un insolito scenario estivo.Il Trentino ieri mattina, dopo alcuni giorni di previsioni meteo che annunciavano variabilità e piogge quasi sempre però contraddette da un sole che riusciva a spazzare via le nuvole, si è svegliato con pioggia, temperature in picchiata e neve sulle cime più elevate. Imbiancate le cime del Brenta con lo zero termico segnalato intorno ai 3.100 metri di altitudine e massime dal sapore autunnale: 20 gradi a valle e 9 a 2.000 m di quota.