Sfiducia a Caliendo, finiani e centristi si asterranno

La decisione dopo l’incontro tra Fli, Udc insieme all’Api di Rutelli e al Mpa di Lombardo. Maroni: se il governo sarà sfiduciato si va al voto. Sono 85 i deputati che si asterranno dalla votazione che si terrà domani alla Camera, sulla mozione di sfiducia presentata da Idv e Pd nei confronti del sottosegretario alla Giustizia Giacomo Caliendo, perchè implicato nell’inchiesta sulla P3. Al termine del vertice tra i finiani di Futuro e Libertà per l’Italia, i centristi dell’Udc, l’Associazione per l’Italia di Rutelli e il Movimento per le autonomie di Raffaele Lombardo, il deputato finiano Della Vedova ha dichiarato: "c’è convergenza sulla posizione dell’astensione per ciascuno all’interno del proprio gruppo". Se anche i repubblicani, come hanno preannunciato, sceglieranno l’astensione, il numero dei deputati salirà a 87. Intanto il ministro Maroni, sulla linea del premier, avverte che: "se il governo sarà sfiduciato, non ci sono alternative al voto anticipato. Con la novità per l’Italia, che si voterà a ottobre o novembre, ma cambia poco". -la7-