Sky investe e cresce per sfidare il digitale

In tempo di crisi la pay tv anticipa i saldi. Così Sky approfitta del caos generato dal passaggio al digitale, con gli italiani chiusi in casa a tirare la cinghia, per affilare le sue armi, a caccia di nuovi abbonati. In tre mosse: si rifà il look, abbatte i prezzi e lancia l’HD, che «sarà come la rivoluzione del colore: chi ha ancora una tv in bianco e nero?», prevede Tom Mockridge, ad di Sky Italia. E’ un annuncio di guerra al suo più diretto concorrente, Mediaset, quello arrivato ieri dalla corazzata di Murdoch, al grido di “Liberi di…” nella scelta di canali e pacchetti, come recita la nuova campagna pubblicitaria. «Mediaset non passa i nostri spot? Tra sei mesi – avverte Mockridge -, quando faremo il bilancio della nuova campagna, sarà Canale Cinque ad avere una cattiva notizia. Noi siamo i primi investitori sul web e siamo presenti sulle altre tv, radio, giornali; la nostra offerta da 200 canali, 30 dal 1° agosto in alta definizione, tra cui tutta la prossima Serie A, è una risposta alla recessione e una sfida al digitale, con il decoder tecnologicamente più avanzato, il MySky HD». «Non chiediamo sovvenzioni al governo – continua ad attaccare Mockridge -, cresceremo senza sussidi, restando leader in innovazione», mentre la speranza è legata alla decisione dell’Unione Europea sulla possibilità di sbarcare in anticipo sul digitale terrestre, prima della fine del 2011. «E’ il digitale il futuro della nostra tv – sottolinea Mockridge -. Stiamo investendo tanto e puntiamo a creare 1000 nuovi posti di lavoro. Quello che non capisco è perché la tv di Stato non faccia lo stesso». L’ultimo sassolino dalla scarpa Mockridge se lo toglie affrontando il tema del Ddl sulle intercettazioni. «E’ una legge sbagliata e noi ci batteremo contro, con qualunque mezzo e sistema, e se il direttore di Sky Tg24 Emilio Carelli andrà in carcere sono pronto ad andarci con lui». -leggo.it-