Milan sulle tracce di Baptista

Pranzo a Milanello, poi una vacanza americana prima della nuova sfida. Massimiliano Allegri oggi torna a Milano dopo che nella tarda mattinata di venerdì ha finalmente messo nero su bianco il contratto che lo legherà al Milan per le prossime due stagioni. Il week end l’ha passato a casa, nel mare di Livorno e oggi si prepara a visitare da nuovo allenatore rossonero la struttura di Milanello, le sue stanze, i suoi segreti. Nel giro guidato da Adriano Galliani ci sarà il tempo di ammirare le foto dei successi dei suoi predecessori e parlare in compagnia di Braida e Bronzetti anche di mercato. Klaas-Jan Huntelaar resterà ancora al Milan o a fine mondiale sarà ceduto in Premiere League? «E’ un buon giocatore ma ha caratteristiche simili a quelle di Borriello e Inzaghi. Vedremo cosa succederà sul mercato…». Parole chiare quelle del neo tecnico rossonero come quelle di Luis Fabiano che ha ribadito ancora una volta di volere il club di Berlusconi o il Manchester United. E quindi? Si cercherà di accontentare Allegri almeno in questo. Tatticamente, infatti, il Milan di Allegri non potrà essere molto diverso da quello di Leonardo. Per questa ragione tre prime punte possono per davvero considerarsi tante, troppe. Serve un vice Ronaldinho, capace di poter prendere il posto anche di Pato e se servirà quello di Borriello ricordando che l’esperimento Huntelaar spostato a destra non ha convinto nessuno, giocatore compreso. Il primo nome è quello di Luis Fabiano ma ovviamente non è l’unico. Sospeso per il momento il discorso Amantino Mancini, la società di via Turati potrebbe farsi sentire presto con quella di Rosella Sensi per il dissidente Julio Baptista. Il giocatore, pur se riserva del Faboluoso nella nazionale di Dunga, ha caratteristiche simili e ha dichiarato espressamente di voler lasciare la Roma e Ranieri. Costo dell’operazione notevolmente inferiore a quella di Fabiano, vicino ai 10 milioni di euro, nonostante il contratto di Luis scada il prossimo giugno. -leggo.it-