Carlitos way, Messico ko

Doppietta di Tevez: 3-1 per l’Argentina che ora nei quarti. troverà la Germania. Tutti i giocatori del Messico furiosi con l’arbitro. Un rullo compressore. L’Argentina di Maradona si conferma la squadra più esplosiva dei Mondiali, quella che sa fare più male e può risolvere ogni match con gente come Higuain, Messi e Tevez. Ed è proprio Carlitos Tevez, al 26’, del primo tempo, che firma il primo gol dell’Argentina con il Messico, su azione devastante, con appoggio finale di Messi, deviato in gol dal bomber del Manchester City (in fuorigioco non visto da Rosetti e dal guardalinee Ayroldi). La squadra di Aguirre va in bambola: Osorio rovina tutto e Higuain colpisce di nuovo (quarto gol, nuovo capocannoniere dei Mondiali), al 33’. Eppure il Messico gioca più palloni, controlla e spesso ci prova al tiro (traversa sullo 0-0 di Salcido). Ma questa è l’Argentina di Maradona, nata per fare gol e per vincere. Nella ripresa Tevez inventa il terzo gol, poi la squadra cala, concedendo al Messico il gol della bandiera. E dimostrando che in fase di copertura e in difesa non è sempre perfetta, anzi. A fine gara colpiscono le dichiarazioni del tecnico del Messico, Aguirre: «L’errore di Rosetti è stato per noi una coltellata». -leggo.it-