Schiaffi ai bimbi disabili in mensa

Le hanno filmate mentre maltrattavano i bambini, tre in particolare, durante il pranzo. Schiaffi, strattonamenti, per farli stare fermi e imboccarli, forzatamente. Una cosa già di per sé orribile, resa ancora più agghiacciante dal fatto che le vittime sono bambini, dai 3 ai 6 anni, con disabilità psicofisiche, affidati dai genitori al centro di riabilitazione diurno e ambulatoriale dell’associazione “La Nostra Famiglia” di Treviso. Una vicenda che ricorda gli abusi subiti a Pistoia dai bambini dell’asilo “Cip Ciop”. Ieri mattina le due educatrici, di 32 e 35 anni, non sono andate al lavoro: erano state convocate in caserma dai carabinieri, che le hanno denunciate per maltrattamenti verso fanciulli con le aggravanti dei futili motivi e dell’abuso di autorità. Per le due donne il pm Giovanni Francesco Cicero ha disposto il divieto di dimora nel Comune di Treviso. Le indagini condotte dai carabinieri del Nucleo investigativo sono partite due mesi fa, non appena è giunta la segnalazione, non dai genitori dei bambini ospiti del centro, che nella struttura di via Ellero, una delle sette che l’ente ecclesiastico gestisce nella Marca, qualcosa non andava. E per avere delle conferme, sono state piazzate delle telecamere nascoste nella mensa. Due mesi in cui i carabinieri hanno ripreso i maltrattamenti ai bambini, fino a raccogliere prove sufficienti a richiedere alla magistratura un provvedimento restrittivo nei confronti delle due donne, dipendenti della struttura e una anche con dieci anni di servizio alle spalle. «Abbiamo ritenuto opportuna una misura che impedisse la reiterazione del reato. Sarebbe stata esagerata una misura più gravosa», spiega il sostituto procuratore Cicero, come a spegnere sul nascere eventuali polemiche. Le maestre di Pistoia erano state arrestate. -epolis-