Regioni: Pronti a restituire le competenze

Regioni contro Tremonti: «Troppi tagli, il premier ci riceva». Solidali, unite, dirette alla meta, quella di mostrare «le reali ripercussioni che la manovra avrà sul Paese». L’avvertimento è per Giulio Tremonti: senza soldi non si va avanti. Così le Regioni e le Province autonome hanno annunciato l’intenzione di riconsegnare le deleghe ottenute con il decentramento Bassanini, una serie di materie che vanno dal trasporto pubblico locale alla viabilità, passando per agricoltura, protezione civile ed energia, «che costano 3,1 miliardi mentre il taglio previsto nel solo 2001 è di 4 miliardi» – spiega il presidente della Conferenza, Vasco Errani. Le Regioni, che mostrano ancora una volta la propria compattezza, chiedono a Berlusconi di essere ricevute e udienza anche ai presidenti di Camera e Senato, dicendosi poi pronte a «dare una doverosa informazione al presidente della Repubblica». Pur di fugare i dubbi su sprechi e costi eccessivi che, secondo le accuse, caratterizzano le loro amministrazioni, chiedono una commissione Governo-Regioni, con il compito di verificare i costi di gestione per trovare altri risparmi da investire. Anche perché, ha spiegato ancora Errani, «i tagli alle Regioni ricadranno su Province e Comuni». -leggo.it-