Trivellazioni: giudice annulla la moratoria del presidente

Le trivellazioni in acque profonde nel Golfo del Messico non si fermeranno. Lo ha stabilito a New Orleans, in Louisiana, il giudice distrettuale Martin Feldman, annullando così la moratoria di sei mesi imposta dal presidente Usa Barack Obama dopo l’esplosione delle piattaforma della Bp. La sua reazione non si è certo fatta attendere, e dalla casa Bianca ha annunciato che presenterà immediatamente appello contro la sentenza. Il giudice ha accolto il ricorso guidato dalla Honbeck Offshore Services, attiva nel campo delle trivellazioni, secondo cui la decisione della Casa Bianca è arbitraria perché «nulla dimostra che le trivellazioni a una profondità superiore ai 500 piedi (oltre 150 metri) siano più pericolose delle altre ». Ricorso appoggiato dal governatore Bobby Jindal, secondo cui «abbiamo un sacco di incidenti sui ponti, ma non per questo dobbiamo chiuderli». -dnews-