La Rai ha ignorato lo spot per l’Abruzzo

Laura Pausini, la manager dal tacco affilato. Gianna Nannini, lo spirito libero in pelle nera. Elisa la timida, Giorgia la zebrata, e a far da collante all’insolito quintetto Fiorella Mannoia, in divisa da zia buona che mette d’accordo tutti, occhiali sul naso e golfino bon ton. Un anno dopo il grande concerto di San Siro, che ha fruttato più di un milione di euro per la ricostruzione de L’Aquila, le cinque artiste si sono riunite ieri a Roma per il lancio del doppio dvd benefico Amiche per l’Abruzzo, che dal 28 giugno sarà possibile acquistare anche sul servizio Sky Primafila: «Non pensavo che avremmo avuto tanti problemi – ha detto la Pausini, cuore e mente imprenditoriale dell’operazione – ma alla fine ce l’abbiamo fatta. Il dvd del concerto ha un prezzo popolare, 14,90 euro, non volevo che fosse una cosa da ricchi, ci sono gli extra, uno speciale, ognuna di noi ha una sua canzone e un duetto». Il risultato sono due dvd densi di canzoni, 50 brani che da domani saranno «praticamente ovunque, in edicola, negli autogrill, nei negozi di musica», ha detto la Pausini, che in qualità di “Presidente del consiglio del nostro parlamento di artiste” ieri si è tolta anche un sassolino dalla scarpa: «Ringrazio La7, Mediaset e Mtv che hanno trasmesso il nostro spot, che la Rai ha deciso di non passare. Non voglio fare polemica, ma non mi aspettavo un no proprio dal servizio pubblico». Lanciatissima, la Pausini se l’è presa anche col Sindaco de L’Aquila: il milione di euro raccolto con il concerto è ancora bloccato, «serve che il sindaco firmi i permessi per cominciare la ricostruzione. La gente de L’Aquila è preoccupata: arrivano sempre meno aiuti ora che i riflettori si sono spenti sulla vicenda». -leggo.it-