Pil a picco, Italia al 12° posto: meglio la Spagna

Eurostat, nel 2009 non aumenta la ricchezza del paese. Peggio solo i paesi dell’Est. «Siamo il paese più ricco d’Europa, mettendo insieme i due debiti», quello pubblico e quello privato, annunciava raggiante Silvio Berlusconi domenica. Siamo al 12° posto nella graduatoria del Pil (il Prodotto interno lordo, che misura la ricchezza di un paese) per abitante della Ue, persino dietro la Spagna (che per molti analisti avrebbe dovuto seguire a ruota il crac della Grecia), secondo Eurostat. Il governo di Madrid sta per sospendere 3.000 progetti di opere pubbliche a causa della crisi, ma la Spagna continua a superare l’Italia nella classifica del Pil pro capite: quello spagnolo nel 2009 si è attestato al 103% della media della Ue, un punto meno del 2008, ma superiore a quello dell’Italia, che si attesta al 102%. Siamo gli ultimi dei cosiddetti «grandi»: dietro di noi ci sono Cipro (98), Grecia (95), Slovenia (86), Repubblica Ceca (80), Malta e Portogallo (78), Slovacchia (72), Ungheria (63), Estonia (62), Polonia (61), Lituania (53), Lettonia (49), Romania (45) e Bulgaria (41). -leggo.it-