Truffa con abuso sessuale: preso il maniaco

È un pregiudicato di 49 anni, originario di Napoli, l’uomo che la settimana scorsa, come anticiato da Leggo, truffò e tentò di violentare un 21enne calabrese, studente alla Sapienza, a San Basilio, dopo averlo approcciato in strada, in via Scorticabove, lunedì scorso con la scusa di vendergli un pc. Il responsabile del tentato stupro è stato denunciato a piede libero dai carabinieri e dovrà rispondere di truffa e tentata violenza sessuale. È stato rintracciato grazie a un parziale numero di targa dello scooter fornito dalla vittima, che aveva accettato ingenuamente di acquistare un Acer portatile a un prezzo stracciato. «Ringrazio i carabinieri. Mi sono stati vicini e si sono dimostrati molto disponibili – dichiara la vittima – io ho incontrato quel signore per caso, insisteva perché comprassi un pc e un I-Phone per 250 euro. Alla fine abbiamo concordato per 50 euro. Io sono andato a prendere i soldi a casa e quando sono sceso in strada lui mi ha suggerito di seguirlo in un angolo isolato, per effettuare lo scambio. Dietro avevo il muro, davanti i cassonetti dell’immondizia… ha iniziato a dirmi che ero carino e poi ad essere più esplicito, insisteva chiedendomi un rapporto. Mi ha anche minacciato, dicendo che aveva un coltello in tasca. Io gli ho dato una ginocchiata nelle parti basse, ma in un momento di distrazione ha scambiato la merce che era nel mio zaino».-leggo.it-