La razza umana sarà estinta fra cento anni

«Ci estingueremo tutti. Qualsiasi cosa possiamo fare, ormai è troppo tardi». Frank Fenner è l’uomo che nel 1980 annunciò al mondo intero la sconfitta del vaiolo. Oggi, a trent’anni da quel giorno, lo scienziato novantacinquenne ha una visione molto più pessimistica sul destino del Pianeta e, in un’intervista esclusiva al quotidiano The Australian spiega: «Siamo entrati nell’Antropocene, cioè l’era geologica in cui l’impatto dell’uomo sull’ambiente è devastante tanto quanto quello di una cometa o di un’era glaciale». Per Fenner, professore emerito di microbiologia all’Australian National University, l’uomo come lo conosciamo oggi «si estinguerà entro cento anni, insieme a tante altre specie animali. Faremo la stessa fine degli abitanti dell’Isola di Pasqua». -leggo.it-