Kristen, tutti in fila per la Bella

Con un cachet da 12 milioni di dollari a film e un codazzo di fan e assistenti che la seguono ovunque, la protagonista della saga romantico vampiresca Twilight Kristen Stewart a soli 20 anni è già una star di fama mondiale. Schiva, impulsiva, dal carattere forte quanto quello del suo personaggio, Bella, «non mi dispiace che le persone non riescano a separare la mia immagine dal ruolo che interpreto – ha detto ieri a Roma presentando Eclipse, secondo capitolo di Twilight in sala dal 30 e in anteprima 5 minuti il 27 su Sky Cinema 1 – anzi lo trovo lusinghiero». Al cinema da quando aveva 8 anni, padre produttore e madre sceneggiatrice, per la Stewart «il successo mi ha resa più cosciente e consapevole di me stessa, ma il pregio più grande di questa situazione è che sono nella condizione ideale di poter scegliere cosa fare»: una popolarità talmente grande da trasformarla in una delle teenager più ricche d’America, con un contratto di ferro per i prossimi due capitoli di Twilight («L’ultimo libro della saga sarà raccontato in due film, era l’unico modo per condensare il materiale») e presto anche in On the Road di Walter Salles. Ma il grande successo di Twilight ha anche un rovescio della medaglia: «Quando vedo le mie foto rubate dai paparazzi, mi sento come se mi avessero stuprata». Salvo poi correggersi («sono vittima di una violenza diversa da quella carnale»), per aggiustare infine il tiro ieri a Roma: «Se mi dà fastidio tutta questa attenzione per il mio personaggio? No, è un fenomeno che semplicemente non posso controllare». -leggo.it-