Argentina travolgente, Higuain asfalta la Corea

L’Argentina di Maradona è a un passo dagli ottavi di finale, per centrarli, e col 1° posto nel girone, basterà non perdere con la Grecia martedì. Il ct deve fare a meno di Veron ma Maxi Rodriguez non lo fa rimpiangere e, anzi, senza il veterano la manovra pare scorrere più velocemente anche grazie allo spirito di sacrificio di Messi e Tevez che invece di cercare il gol personale bene e spesso imbeccano i compagni e in particolar modo Higuain. E così all’Argentina bastano 17′ per passare con la Sud Corea. Punizione di Di Maria e il pallone che carambola stinco di Park Chu Yong che spiazza il proprio portiere. La Corea non reagisce e al 31′ arriva il raddoppio di Higuain. La gara pare chiusa ma a fine tempo una leggerezza di Demichelis regala il gol a Lee Chung Yong. L’Albiceleste tribola in avvio di ripresa ma al 76′ Messi con un’azione personale colpisce il palo, sulla ribattuta Higuain fa doppietta. Quattro minuti dopo splendida combinazione Messi-Aguero che regalano ad Higuain addirittura il tris. Per Maradona però non è tutto rosa: la difesa scricchiola. Demichelis e Heinze sono stati ammoniti e Jonas Gutierrez, il vero punto debole della retroguardia, salterà addirittura la Grecia. Contro squadre più forti rischia di esserci da tremare, tanto più che ieri Samuel è uscito per un indurimento muscolare. Intanto sono arrivate anche le scuse di Maradona a Platini: «L’altro giorno ho parlato del signor Platini e lui mi ha scritto spiegandomi che non ha detto le cose che voi mi avete riportato. Voglio chiedere scusa attraverso la stampa a Platini, ma non a Pelè», ha concluso. -epolis-