Festa grande in Cile Honduras battuto

È bastato il successo del Cile sull’Honduras per 1-0 a fare esplodere la gioia di un intero paese. Il Cile da ieri è in festa per la vittoria maturata, a Nelspruit, grazie al gol al 34’di Beausejour, centrocampista 26enne di padre haitiano-francese. Centinaia di migliaia di cileni sono scesi per strada, in patria, per celebrare i ragazzi del ct Marcelo Bielsa, bravi nel dominare il match senza rischiare quasi mai. «Siamo come i giocatori della Play Station – spiega l’attaccante cileno Jorge Valdivia – siamo meccanizzati. Questo è ciò che Bielsa ci ha insegnato, uscire e attaccare. Siamo una squadra che attacca e difende con undici guerrieri». L’Honduras, con Alvarez in campo, ma privo dell’infortunato David Suazo, però recrimina: «La sconfitta subita dal Cile è ingiusta – dice il difensore honduregno Sergio Mendoza – sul gol siamo stati sfortunati e loro, a parte la rete, non hanno creato altre occasioni per segnare ». In realtà Ponce, nella ripresa, ha sfiorato il 2-0, ma ormai poco importa… -dnews-