Stuprata nell’albergo a 19 anni

Una vacanza romana che non dimenticherà così facilmente: una studentessa universitaria americana di 19 anni è stata violentata due volte nella stessa notte. Il fatto è avvenuto tra domenica e lunedì scorso, nel prestigioso Hotel Hermitage, nel cuore dei Parioli, uno dei quartieri più esclusivi della Capitale. Il presunto stupratore ora è in stato di fermo. Si tratta del portiere dell’albergo, un romano incensurato di 54 anni che oltre alle mansioni nell’hotel aveva un’attività secondaria come allevatori di cani. Tra le lacrime, la vittima ha fornito una prima ricostruzione agli agenti della questura romana. Ha raccontato di aver fatto un giro in alcuni pub e di esser tornata in albergo intorno alle 4 insieme con le amiche, era ubriaca. Le giovani si sono alternate ai computer dell’internet point dell’hotel. Ma la vittima, aspettando il suo turno, è rimasta ultima nella sala. Era sola, quando l’uomo le si è avvicinato e si è offerto di accompagnarla nella sua camera. Poi ha cominciato a molestarla. L’ha violentata prima in uno stanzino, poi in un’altra stanza. «Cercavo di reagire, ma mi mancavano le forze – ha dichiarato la ragazza – perché ero ubriaca. Credo di avere anche urlato». L’uomo l’ha, infine, lasciata davanti alla stanza e solo il lunedì mattina, al risveglio, si è ricordata quanto le era accaduto. Da qui la denuncia alla polizia. L’hotel, appresa la notizia, ha subito licenziato l’uomo. -leggo.it-