Moratti-Perez, si parla di Maicon

Il gol quasi impossibile di Maicon in Sudafrica alla Corea del Nord alza il suo prezzo sul mercato? «Sono felice che un giocatore dell’Inter abbia fatto una cosa così bella», dice il presidente di Pirelli, Marco Tronchetti Provera. Il vice-presidente nerazzurro non cade nel tranello dei cronisti, anche se è risaputo l’interesse del Real e di Mourinho per il giocatore, così come le condizioni poste da Moratti per cederlo: 30-35 milioni di euro. In agenda il patron ha fissato un contatto con il collega Perez: loro due sbloccheranno una trattativa che s’ha da fare. D’altra parte, in tema di fair-play finanziario, il patron interista ha anticipato che un sacrificio importante il bilancio lo richiederà. E siccome Maicon aveva detto, prima dell’inizio del Mondiale, «resto a meno che non me lo chieda il presidente», il cerchio sembra chiudersi. Con l’agente Antonio Caliendo che, a Sky, sembra lasciarsi scappare qualcosa: «Il giocatore vuole continuare a vincere, in Nazionale e nel club. Forse ora c’è più fame di successi nel Real: con l’Inter ha vinto tutto, l’anno scorso e non solo». L’esperto procuratore torna poi sull’impressione, già espressa, che se vorranno i due presidenti Moratti e Perez, un accordo lo troveranno: «Sono talmente amici. E poi c’è sempre una giusta via di mezzo». Intanto, McDonald Mariga resta all’Inter, dove torna Jonathan Ludovic Biabiany. Al Parma andranno circa 10 milioni di euro. Benitez li vuole testare ad Appiano. Ieri visite mediche per il baby brasiliano Coutinho. E, a proposito di giovane, l’Inter ha chiuso per Jaime Serrano, laterale destro spagnolo di 17 anni, che la scorsa stagione ha militato nelle fila dell’Astur, club della Division de Honor giovanile spagnola. -leggo.it-