Milan, nuovo asse col Barça

Con l’addio di Laporta, da domenica scorsa c’è Sandro Rosell al comando del Barcellona. A Madrid l’avvento di Mourinho cambia le strategie e le alleanze di mercato tra i grandi club d’Europa. L’amicizia profonda di Moratti con l’ormai ex patron catalano potrebbe portare a una brusca interruzione dei rapporti tra Inter e Barcellona, per colpa di Ibra. Magari in casa nerazzurra potrebbero aprirsi canali col Real, vista la presenza di Mou. Nuovi equilibri europei: Galliani sarebbe pronto a instaurare un vero e proprio asse col Barça. Dalla Spagna, Sport, scrive di un possibile scambio tra Pato e Ibrahimovic. Difficile che venga coinvolto Pato in qualsiasi discorso di mercato, possibile invece che i rapporti tra Barcellona e Milan ci siano su altri due nomi: l’esterno di difesa Caceres, non riscattato dalla Juventus, che non rientra nei programmi di Guardiola, e il bielorusso Hleb, a un passo dall’Inter con Mancini. Strategie europee e battute di Silvio Berlusconi che accendono la rivalità tra i campioni d’Europa e una società rossonera in cerca d’identità. L’ultima barzelletta di Silvio sui nerazzurri è pepata: «Il cane quando l’Inter pareggiava guaiva e quando perdeva si infilava sotto il letto e non c’era verso di farlo uscire. Quando io chiedevo che fa il cane se l’Inter vince, questo amico mi rispondeva: non lo so, ce l’ho da quindici anni…». Una frecciata seguita comunque dai complimenti per il triplete a Moratti. La prossima stagione Alberto Paloschi giocherà ancora Parma. Rinnovata la comproprietà. In Emilia in prestito anche Diniz, ex Livorno. Al presidente Ghirardi interessa anche Kaladze: prezzo dell’operazione 2 milioni e mezzo. Galliani sarebbe pronto anche al prestito gratuito del giocatore, pur di poter alleggerire il monte ingaggi rossonero. -leggo.it-