Benitez all’Inter per trionfare e corteggia anche Gerrard

Nessun confronto con Mourinho, ma soltanto voglia di vincere possibilmente giocando bene. Sono i dettami di Rafa Benitez, che ieri si è presentato alla stampa per la prima volta da allenatore dell’Inter: «Mourinho ha fatto un grande lavoro qui – dice il Benitez, reduce da 6 anni nel Liverpool – io sono diverso, mi piace vincere e fare buon calcio, se possibile. Sono molto contento e orgoglioso di essere qui». L’entusiasmo per la nuova avventura è grande: «In Italia si respira calcio – le parole di Benitez – mi piace così come mi piace questa società, che è di massimo livello». Il nuovo allenatore nerazzurro entra nel dettaglio, con qualche indicazione di mercato: «Maicon? Per ora posso dire che è un giocatore forte di cui sono molto contento. Di mercato, poi, ne parleremo con la società». Poi si lascia sfuggire un’indicazione: «Gerrard potrebbe avere un futuro all’Inter? Nel giorno del suo compleanno (il 30 maggio, n.d.r.) gli ho parlato, ma ora vuole pensare al Mondiale, non ad altro». Per quanto riguarda gli obiettivi, Benitez alza l’asticella, dopo la splendida tripletta interista della scorsa stagione: «C’è la possibilità di vincere 6 trofei (scudetto, Coppa Italia, Champions, Supercoppa italiana ed europea, Mondiale per club, n.d.r.) faremo di tutto per fare il meglio. Dobbiamo mantenere la mentalità vincente». -dnews-