Intercettazioni, PdL: sì lavoro ad agosto

Il PdL è pronto a lavorare sul ddl intercettazioni "anche all’inizio di agosto, purché venga approvato entro la conclusione della sessione estiva". Così il presidente dei deputati del PdL, Cicchitto, commentando le parole di Fini riportate dal Corriere della Sera. Quanto agli ultimatum dell’opposizione, Cicchitto dice di non capire "il senso di questi Ukase (editti dello Zar, ndr) visto che ormai siamo alla terza lettura. Mi sembrano il tentativo di prevaricare i lavori parlamentari".E ai finiani ricorda che la linea era concordata. "Fermatevi: così andate fuori strada". E’ l’appello di Casini, leader Udc, alla maggioranza sul testo per le intercettazioni. "Troviamo una soluzione insieme, un compromesso magari che non piace fino in fondo a nessuno, ma che può essere un contributo serio a dare una risposta". "Noi siamo disponibili -propone- se c’è la volontà di cambiare il testo, a migliorarlo in alcune parti, a facilitarne il percorso alla Camera". Altrimenti, "sarà impossibile per la Corte Costituzionale vidimare questo testo".