Rai, è telerivoluzione

Rivoluzione d’autunno a viale Mazzini: questa mattina, alle 10,30, il consiglio d’amministrazione Rai prenderà atto dei nuovi palinsesti delle tre reti, praticamente chiusi, tranne un paio di caselle. Il nodo centrale resta Annozero di Michele Santoro: se salta – così dice il dg Mauro Masi – il giovedì su Raidue al posto dello spazio informativo ci sarà X Factor. A seguire, il nuovo show di Belen Rodriguez, Terminator, che comunque vadano le cose è previsto in coda al talent show condotto da Francesco Facchinetti (dunque, anche il lunedì se X Factor non cambia giorno). L’altro caso è quello di Serena Dandini: Parla con me perderà due appuntamenti settimanali per fare spazio a speciali sui 150 anni dell’Unità d’Italia. Sciolti questi nodi, il resto è già su carta: tra le novità di Raiuno, l’approdo (da Mediaset) di Paola Perego il pomeriggio a Festa italiana al posto di Caterina Balivo, per la quale è pronto un programma su Raidue: o Insieme sul due con Milo Infante (diventerà Pomeriggio sul due) o otto prime serate di un improbabile talk chiamato Solo per amore (il ballottaggio è con Monica Setta, alla quale – è confermato – verranno tolti Il fatto del giorno e Peccati). A Raidue arriverà anche Elisa Isoardi: persi i fornelli de La prova del cuoco (ritorna Antonella Clerici), Antonio Marano dovrebbe affidarle un programma, in via di definizione. Da Raidue rischia di sparire Lorena Bianchetti e sicuramente uscirà di scena Alda D’Eusanio. Da Raidue a Raiuno sbarca invece la giostra di Michele Guardì: In famiglia, con Tiberio Timperi e l’ex miss Italia Miriam Leone, viene promosso nel weekend mattutino della rete ammiraglia. E, sempre la Leone, finirà dentro al contenitore domenicale di Raiuno, Domenica in, insieme a Massimo Giletti e Lorella Cuccarini. Prodotto simile diventerà La vita in diretta, con la coppia Sposini-Venier in onda per due ore e mezza (dalle 16 circa), per dare la linea ai confermatissimi L’eredità e I soliti ignoti (Affari tuoi è tenuto a riposo). A Fabrizio Frizzi, sempre con I soliti ignoti, spetterà la mission impossible di tenere testa, il sabato sera, alla corazzata di C’è posta con Maria De Filippi: l’orario previsto è 21,30-23,30. All’inizio, per il sabato, si era pensato ad Antonella Clerici con Ti lascio una canzone, che è poi finita al mercoledì: per l’abbinamento alla Lotteria, è ballottaggio con I migliori anni di Carlo Conti (al venerdì). Confermate le quattro serate di Porta a porta con Bruno Vespa, ma la novità è la sparizione del Tg di mezza sera (quello delle 22.50 circa). E Pippo Baudo? Al momento, per lui sono previste solo alcune prime serate sui 150 anni dell’Unità d’Italia, mentre Maurizio Costanzo con Bontà sua, dopo pranzo si allungherà di mezzora circa. Un altro programma sull’Unità d’Italia sarà affidato a Gianni Minoli, il mercoledì in seconda serata su Raidue. Grande novità infine, su Raitre: l’arrivo via Sky di Gene Gnocchi la domenica sera con il Gene Gnocchi Show (dalle 23,30 alle 24,30), solito mix a tutta ironia di calcio e attualità. In mezzo a questo via-vai, ieri la Commissione di Vigilanza, con i voti di maggioranza e opposizione, ha approvato l’emendamento sui compensi in Rai: alla fine dei programmi saranno trasmessi i compensi dei conduttori, degli ospiti nonché i costi dei format dei programmi di servizio pubblico, compresi trasmissioni di approfondimento e tg. Saranno inoltre trasmessi i compensi dei conduttori dei programmi non di servizio pubblico. -leggo.it-