As Roma, Adriano: la mia sfida contro l’Inter

Da impazzire, non esiste altro modo per descrivere le sensazioni del cuore romanista vissute ieri: Adriano ha firmato un contratto triennale e il popolo giallorosso è letteralmente andato fuori di testa. Davanti villa Pacelli, dove il centravanti s’è presentato accompagnato dal suo staff, oltre al centinaio di cronisti presenti per seguire l’evolversi della situazione, hanno fatto via-vai almeno un migliaio di tifosi, che avevano mostrato soddisfazione per lo sbarco dell’ex interista pure in mattinata, davanti al Policlinico Gemelli, dove il 28enne brasiliano ha svolto le visite mediche. In serata l’uffic ializzazione dell’accordo siglato: “L’As Roma SpA e il calciatore Leite Ribeiro Adriano – si legge nella nota – rendono noto, con reciproca soddisfazione, di aver sottoscritto il contratto economico per le prestazioni sportive, con effetti dal 1° luglio 2010, a tutto il 30 giugno 2013. Al calciatore sarà riconosciuto un emolumento lordo di 5 milioni di euro per ciascuna stagione sportiva di durata del contratto economico, oltre a premi individuali al raggiungimento di prefissati obiettivi sportivi”. Ingaggio netto quindi di circa 2,6 milioni di euro, qualcosa meno dei 3 di cui si parlava nei giorni scorsi. Inserite, ma non si conoscono i dettagli, clausole rescissorie in caso di scarsa professionalità del giocatore. Oggi alle 17 la presentazione ufficiale, allo Stadio Flaminio: «Sono molto felice di stare a Roma e giocare per la Roma – le prime parole di Adriano in giallorosso, a Roma Channel – sono convinto che faremo una bella stagione. Sono felice perché mi hanno accolto benissimo. I tifosi mi cercavano dappertutto. Speriamo vada tutto bene. A me non piace fare promesse, so cosa devo fare in campo e dico che andrà tutto bene. Tengo tanto al mio rilancio personale. Sono venuto in Italia per questo. Devo dimostrare cosa posso fare e lo farò. Sono pronto a sfidare l’Inter». In casa Roma c’è euforia. Bruno Conti ha detto che «Adriano è motivatissimo, ci ha fatto una grande impressione, si vede che ha molta voglia». Francesco Totti, dagli Stati Uniti, dove è in vacanza con la famiglia, ha dato il benvenuto al brasiliano tramite il suo sito internet: «Voglio dare il mio benvenuto all’Imperatore – le parole del capitano – tutti noi faremo il massimo per farlo sentire a casa sua. Troverà l’accoglienza che merita e il grande calore dei tifosi romanisti. Insieme potremmo fare grandi cose per una grande Roma». L’Adriano-day ha fatto passare quasi in second’ordine gli altri fatti di casa Roma. Dal ritiro dell’Argentina Burdisso ha affermato che vuole giocare soltanto con la Roma: «Per me l’Inter è un capitolo chiuso, penso sia una scelta normale dopo cinque anni. Spero ancora di dare tanto alla Roma». Per la campagna acquisti piacciono Bellini e Rosi, esterni che potrebbero alternarsi con Cassetti sulla fascia destra. Finale ancora dedicato ad Adriano, stavolta per una gag. All’uscita da villa Pacelli gli è stato urlato da qualche buontempone se avesse firmato il contratto “in grassetto”. Chiaro il riferimento ai sette chili in più con i quali s’è presentato nella Capitale. -dnews-