Gf, via Alessia: ecco Ilary

Show confermato in autunno su Canale 5 (durerà ancora 5 mesi), senza Marcuzzi e con la Blasi in pole. Il Grande fratello non si tocca. Chi invece è touchable come scrivevano gli uomini di Al Capone nel film capolavoro di Brian De Palma Gli intoccabili, è la conduttrice. Mediaset infatti sta pensando a un cambio di timone per la prossima edizione del papà di tutti i reality, prevista su Canale 5 tra la metà di ottobre e gli inizi di novembre. Via Alessia Marcuzzi, dentro (sembra) Ilary Blasi. Una rivoluzione a cui i vertici aziendali stanno lavorando sotto traccia ai piani alti di Cologno Monzese. Una rivoluzione pensata per dare nuova linfa a un prodotto d’eccellenza (sul fronte degli ascolti), e che dal punto di vista commerciale viene ancora considerato la gallina dalle uova d’oro. Per la Marcuzzi, che detiene il record di conduzioni con 5 edizioni consecutive – dal 2006 al 2010 – non sarebbe una bocciatura. L’attrice e presentatrice romana ha portato verve e brio in un programma che sembrava morto e che ogni anno raschia il fondo del barile con personaggi discutibili e storie morbose, per poi rinascere e arrivare alla fine, senza flop. Il problema, semmai, è l’operazione ringiovanimento. Necessaria in ogni campo. A questo punto, visto che Alessia si avvicina ai 38 anni (li farà a novembre) e che il lavoro d’attrice le piace e non le manca, ecco la pazza idea: Ilary, il cui nome era già stato fatto nell’edizione numero 9. In rampa di lancio, donna immagine di Mediaset, spigliata e simpatica anche nelle vesti di signora Totti: la Blasi lascerebbe Le Iene (guarda caso ex programma di Alessia Marcuzzi) in cambio di una grande occasione. In tutto questo tourbillon, Endemol, che produce il format, non avrebbe ancora saputo nulla. Spetta infatti a Rti (ossia Mediaset) la scelta del conduttore, poi la produzione può dire la sua. Ma il cambiamento sarebbe gradito. Nel frattempo è certo che anche il Gf11, come il 10, durerà quasi 5 mesi: Canale 5 ed Endemol, visto il successo (inaspettato, a dire il vero) dell’edizione monstre celebrativa dei 10 anni del reality, avrebbero sciolto l’ultimo dubbio. Anche perché gli inserzionisti pubblicitari, vista la crisi di molti programmi, sono già in fila per comprare i loro spazi. A suon di milioni. -leggo.it-