Scandaloso Adam l’America si spacca

Ebreo, omosessuale dichiarato, ma soprattutto una gran voce: ecco Adam Lambert, 28 anni da Indianapolis, la nuova stella del pop nata da un talent show. Oggi esce in Italia per SonyMusic il suo primo album, For your entertainment, disco che ha già venduto 1 milione di copie nel mondo e conquistato ma anche diviso la critica americana (la bibbia della musica Rolling Stone gli ha dedicato la copertina). Da perfetto sconosciuto, Adam è diventato un fenomeno musicale e socio-culturale: la sua partecipazione ad American idol – una sorta di X Factor made in Usa dov’è arrivato secondo – l’ha catapultato nel mondo della discografia in pochissimi mesi. Durante lo show in tv si è esibito con Kiss, Slash e i Queen (dai quali ha avuto grandi attestati di stima e ora si parla di Lambert come possibile nuovo frontman dell’ex band di Freddie Mercury, ma i Queen senza Mercury sono belli che sepolti). Tante popstar sono in fila per cantare con lui, mentre altre hanno già avuto modo di collaborare alla realizzazione del suo album d’esordio: alla stesura dei 18 brani hanno contribuito Lady Gaga, Pink, Matthew Bellamy dei Muse (che ha scritto il pezzo Soaked per lui) e Linda Perry. «Desideravo realizzare un album che fosse dance, pop – racconta Adam – che fosse internazionale. Volevo proprio fare un disco pop-glam, non un album coerente, perché la mia personalità non lo è». Ex attore teatrale, pazzo di Rolling Stones, Madonna e Led Zeppelin, Adam non ha mai fatto nulla per nascondere la sua omosessualità (agli American Music Awards in tv ha baciato in bocca il suo tastierista) e la sua tendenza alla provocazione (ha simulato, sempre in tv, un rapporto orale con un ballerino). Talent da vendere. -leggo.it-