Il cellulare per tutte le tasche

Mobile World Congress Nokia ha presentato lo smartphone da 15 euro per Africa e Asia. Nella massa di prodotti tecno presentati la settimana scorsa al Mobile World Congress di Barcellona, spicca il cellulare Nokia 105. L’azienda finlandese, in fase di risalita da quando ha lanciato la linea di smartphone Lumia con il sistema operativo di Microsoft Windows Phone 8, punta ora ai Paesi in via di sviluppo. Il telefonino basic costerà infatti solo 15 euro, e promette una durata della batteria di un mese in modalità standby. Arriverà nei negozi in questo trimestre, ma non in Italia: aggredirà il mercato cinese, africano e mediorientale. La Nokia ha poi portato a Barcellona i nuovi Lumia 720 e 520: il primo è di fascia più alta (279 euro) con una buona performance fotografica; il secondo costa 139 euro. A questa offerta, l’azienda aggiunge pure il Nokia 301 – che arriva in Italia – che non appartiene alla famiglia Lumia, ha il sistema operativo Symbian, e costa 65 euro. E per quanto riguarda il sistema di mappe ‘Here’ lanciato a novembre, Nokia lo arricchisce con ‘LiveSight’ la tecnologia a realtà aumentata che utilizza «la vista come modo nuovo per navigare il mondo», un po’ come faranno gli occhiali di Google. Anche Lg, il quarto produttore di cellulari al mondo, è in fase di rilancio e ha portato a Barcellona l’Optimus G, uno smartphone di fascia alta con display da 4.7 pollici e una promettente fotocamera da 13 megapixel (prezzo 599 euro). La multinazionale coreana che conta di vendere 40 milioni di smartphone nel 2013 e di raddoppiare la vendita di dispositivi con connettività Lte, lancia anche una linea di cellulari low cost, la serie ‘L’, e per l’Europa l’Optimus F5 che regge la banda ultra larga. -Dnews/Alessandro Armuzzi-