Il gay picchiato: Subito la legge anti-omofobia

Subito una legge contro l’omofobia. Cioè una norma che sancisca un’aggravante in caso reati commessi ai danni di gay, lesbiche e trans. L’appello è rivolto a Silvio Berlusconi dal giovane omosessuale aggredito a Roma nella notte tra martedì e mercoledì scorso, all’uscita di un noto locale omosex sulla gay-street della capitale, il Coming Out di via San Giovanni in Laterano. Il giovane, che ha rischiato di perdere un occhio a causa delle botte, è stato dimesso dall’ospedale sabato mattina. Per una legge ad hoc si sono espressi anche il senatore Ignazio Marino e Walter Veltroni. E Renata Polverini, presidente della regione Lazio, ha annunciato un incontro con l’Arcigay la prossima settimana. -leggo.it-