Edilizia, persi 17mila posti di lavoro in 3 anni

Edilizia, i dati Cisl: ogni mese in 160 senza lavoro e 50 imprese che chiudono. Crisi nera per l’edilizia nel Lazio e nella Capitale. In tre anni – si legge in un dossier Filca Cisl – hanno perso il posto di lavoro 17.327 operai e hanno chiuso 1.800 imprese. Ogni mese, continua il dossier, 160 lavoratori perdono il posto di lavoro e 50 imprese chiudono per fallimento. La Filca Cisl di Roma ha fatto il punto anche sugli infortuni nei cantieri. Nel 2012 sono stati 7 gli incidenti mortali nel Lazio. Ben 161 le vittime tra i cantieri nel Lazio dal primo gennaio 2003 al 12 dicembre del 2012, di cui 58 nella Capitale. La massa dei salari denunciata in Cassa Edile, secondo Filca Cisl, è diminuita in tre anni del 17,1%, passando da 500 milioni del periodo ottobre 2008-settembre 2009 a 414 milioni del periodo ottobre 2011-settembre 2012. La massa salari incassata è passata da 453 milioni di euro del periodo ottobre 2008-settembre 2009 a 363 milioni di euro del periodo ottobre 2011-settembre 2012 con una diminuzione percentuale del 20%. Ultimo aspetto sottolineato nel dossier è quello relativo alla manutenzione stradale. Anche in questo settore si registra un calo evidente, figlio della crisi economica di questi anni. A Roma, dal 2008 al 2011, gli investimenti per la manutenzione stradale sono stati ridotti del 74%. Stessa percentuale anche per la manutenzione delle scuole. In Provincia siè passati dai 60 milioni del 2010 ai 10 del 2011. -Dnews-