Cremonini: pronto a lasciare la mia major

Cremonini: «Scade il contratto, voglio restare libero». «Sono stati dieci anni importanti. Ero un ragazzo, mi ritrovo uomo. Ecco perché questo mio album può essere visto come il classico Greatest Hits da fine contratto. Per ora sono in Warner, ma deciderò con calma. Quello che so è che, come artista, la mia priorità resta la libertà: di movimento e nelle scelte». Cesare Cremonini è un predestinato al successo, se lo gode da quando era teenager nei Lunapop, però ha anche saputo coltivarselo. «La mia fortuna è stata fare subito il botto – spiega il cantautore bolognese a Milano – questo mi ha dato libertà». Sottinteso: anche in una etichetta major. Il suo doppio 1999-2010 The Greates Hits, uscito martedì scorso, fatto di ventiquattro canzoni, di cui due inediti (Mondo, duetto con Jovanotti, e Hello!, duetto con la collega e compagna di vita Malika Ayane) è un capitolo riassuntivo della sua parabola di artista trentenne. Uno che vede le cose con più chiarezza, ed è pure disposto a dirlo senza troppi giri di parole. Ad esempio sulla tv: «La guardo poco, mi spaventa la sua comunicazione elementare. E poi con gli anni mi sono fatto timido, limito le apparizioni. Scelgo la tv di qualità: a breve andrò da Fabio Fazio». Sulle due canzoni inedite, Cremonini ammette di «aver scelto col cuore». Jovanotti «è un mio idolo di gioventù. Abbiamo passato una fantastica giornata insieme per incidere Mondo. Quanto a Malika, cantare con lei mi viene naturale. Noi cerchiamo di tutelarci nella vita privata, ma nella musica non abbiamo remore, ci esponiamo». Grande appassionato di calcio, Cremonini attende i Mondiali: «Lippi ha avuto coraggio a tornare ad allenare l’Italia. Quanto al trionfo dell’Inter, prima della partita di coppa volevo gufare. Poi, mi sono commosso». Il tour di Cesare Cremonini partirà in autunno e sarà nei Palasport. -leggo.it-