Moratti-Leonardo: contatto

Leonardo il successore di Mourinho. E’ l’ultima pazza idea del presidente Moratti per la sua Inter. Che il patron nerazzurro apprezzasse il brasiliano non è un segreto, visti i complimenti pubblici alla vigilia del derby della Madonnina. Ma nelle ultime ore ci sarebbe stato un qualcosa di più: un approccio telefonico tra Moratti e l’ex tecnico del Milan. I nomi in cima alla lista per il dopo-Mou rimangono quelli Hiddink (in pole) e Capello, non si discute. Ma entrambi sono legati da onerosi contratti con le loro rispettive nazionali e non è facili portarli a casa. A quel punto Moratti avrebbe sondato il terreno con Leo, trovando dall’altra parte una disponibilità di massima. Sarebbe stato proprio Mou a sussurrare a Moratti il nome di Leo, nella cena d’addio dell’altra sera. Davvero il brasiliano tradirebbe il suo ex Diavolo e i suoi tifosi? Secondo l’ad rossonero Galliani no. Lo ha detto ieri sera: «Ho sentito Leo, non esiste proprio». Intanto lo Special One ieri ha fatto armi e bagagli nell’ultima visita ad Appiano Gentile ed è già a Madrid per siglare, anche se Moratti ieri ha frenato sui tempi, il nuovo contratto da 10 milioni l’anno che lo legherà al Real prima di essere presentato a stampa e tifosi non più tardi di venerdì. Il procuratore del portoghese, Jorge Mendes, ha ottenuto il via libera dal vice-presidente nerazzurro Rinaldo Ghelfi per l’operazione, ma nessuno sconto sulla clausola di rescissione sempre fissata a 16 milioni di euro, se non a patto di inserire nell’operazione Quaresma, voluto dallo stesso Mourinho che ora dovrebbe farsene carico. La Roma continua a inseguire il sogno del suo nuovo Imperatore. E’ ormai solo questione di dettagli lo sbarco di Adriano nella capitale. Dal Brasile fanno sapere che Gilmar Rinaldi, il procuratore dell’Imperatore, è impegnato a Rio de Janeiro a trattare coi dirigenti del Flamengo i dettagli dell’accordo che legherà per almeno tre anni l’attaccante carioca al club di Rosella Sensi. Intanto Daniele Pradè e l’agente Fifa Roberto Calenda sono già sbarcati in Brasile per chiudere l’operazione, sottoponendo al giocatore un triennale da 3 milioni netti a stagione. In casa Milan, smentita l’ingresso in società dei russi di Gazprom, ma ieri sera Paolo Berlusconi ha ammesso: «Se arrivasse un’offerta, mio fratello la prenderebbe in considerazione». Ma Galliani frena: «Notizie prive di fondamento». Intanto dalla Spagna ventilano Ibra in rossonero. -leggo.it-