Milito da Pallone d’oro Inter pronta a blindarlo

«Sì, sicuramente sì. Ho tre anni di contratto e sto benissimo all’Inter». Nell’alba di un San Siro che tracima entusiasmo per la Champions, Diego Milito (foto) sembra rimettere le cose a posto. Ben diverse da quel: «Se resto? Speriamo, nel calcio non si sa mai…» pronunciato a caldo sul prato del Bernabeu. Il popolo interista trema solo all’idea che il Principe diventato re possa abbandonare l’Inter dopo una sola stagione: Mou lo porterebbe al Real anche a piedi, l’Inter è pronta a blindarlo con un prolungamento di contratto (ora scade nel 2013) e un adeguamento dell’attuale ingaggio di 3milioni. Nove mesi sono stati sufficienti per far innamorare tutti: doveva far coppia con Ibra in attacco, invece all’ultimo lo svedese la scorsa estate salutò. E così Diego ha deciso di fare tutto da solo: 30 gol tra campionato, coppa Italia e Champions. Meglio di Zlatan che l’anno scorso si fermò a quota 28. Suo il gol scudetto a Siena, una rete nella finale dell’Olimpico, una storica doppietta a Madrid. Il secondo, dopo Sandro Mazzola, a segnare una doppietta in una finale di Coppa Campioni. Zoff lo paragona al Pablito Rossi del Mundial ’82, il ct azzurro Marcello Lippi lo esalta: «Sono ammirato da Diego Milito. Dovrebbe essere il primo candidato al Pallone d’oro, quest’anno ha fatto cose straordinarie e sempre decisive». Se ne convincerà anche il ct dell’Argentina Maradona? -leggo.it-