Galliani frena su Donadoni e prova a prendere Robinho

Il nome caldo da raffreddare, le voci che rincorrono quell’ex dal sorriso un po’ triste da azzoppare. Galliani non ci va giù leggero, ma neanche troppo pesante a voler decrittare un messaggio che suona così. «Donadoni? No, penso di no. Al momento, no». In realtà è tutto in piedi, ben dritto sulle gambe, perché nonostante la smentita, Berlusconi non demorde. Galliani fa altrettanto, ribadendo la sua passione per nulla segreta per Allegri. «Lui ha le fisique du role – afferma l’ad rossonero – l’ho sempre detto». Nessuna chiusura a Galli e Tassotti, ma l’impressione è che sui blocchi siano rimasti quei due. Sul mercato, invece, impazza un altro nome. Secondo gli inglesi, e i brasiliani di rimando, il famigerato “big ”che Berlusconi avrebbe promesso agli sponsor, e di conseguenza ai tifosi, sarebbe Robinho. A parte il fatto che il brasiliano, appena rientrato in patria, non ha una gran voglia di tornare da questa parte dell’Oceano (discorso aggirabile dalla considerazione che la colonia verdeoro a Milanello è più che cospicua), Robinho costa circa 20 milioni. Non tantissimo, ma neppure poco per un parsimonioso come il patron. Si vedrà, tra pochi giorni almeno il rebus allenatore. -dnews-