Hollywood demolisce Facebook

Sta facendo di tutto per costruirsi una nuova immagine. Ha buone possibilità di non di non riuscire. Per due motivi: primo, la notoria scarsità di privacy su Facebook ha fatto infuriare milioni di utenti; secondo, a ottobre uscirà nelle sale un film sulla sua vita, ispirato a un libro che lo descrive come uno sfigato, un maniaco sessuale. E così ciò che gli ha dato la fortuna, ora per Mark Zuckerberg, creatore del social network più famoso al mondo, rischia di ritorcerglisi contro. E gettarlo nel ridicolo. A 26 anni, Zuckerberg è uno degli uomini più invidiati del pianeta. Ma prima di diventare mister Facebook, Mark era quello che oltreoceano definiscono geek, che nella sua traduzione più gentile in italiano suona come imbranato. Il libro che ha ispirato la pellicola, The Accidental Billionaires scritto da Ben Mezrich, è impietoso e il film non sarà da meno. La prima scena vede l’ex enfant prodige del pc mentre viene scaricato dalla sua ragazza, Erica, in un bar di Harvard nel 2004: «Andrai avanti nella vita pensando che non piaci alle ragazze perché sei malato per l’hi-tech – dice lei – voglio che tu sappia che non è così: non piaci perché sei un deficiente». E’ solo il primo dei flashback su cui la trama è costruita, e che vede Zuckerberg ritratto come un ragazzino brufoloso dalla personalità morbosa, la cui ricerca del successo era dettata solo dall’insicurezza in ambito sessuale. Lo stesso Facebook nacque sei anni fa come un sito che raccogliesse tutte le ragazze di Harvard. « Tu cliccavi su una delle immagini – si legge nel libro di Mezrich- e un algoritmo cominciava a ordinarle in una classifica di attitudine sexy. Nel giro di due ore l’80% degli studenti aveva votato, mandando in tilt il sistema informatico di Harvard». Un passato poco lusinghiero per l’uomo che gestisce i dati, anche sensibili, di 400 milioni di utenti. Per interpretare il ruolo di Zuckerberg è stata scelto Jesse Eisenberg, giovane attore emergente già visto in Adventureland. Justin Timberlake, attore, cantante e produttore, interpreterà il ruolo del co-fondatore Sean Parker. Il marchio di qualità sulla produzione, costata 40 milioni di dollari, sono due nomi: Kevin Spacey, attore premio Oscar, nel ruolo di produttore, e David Fincher (autore di Seven, Fight Club e Zodiac) alla regia. -leggo.it-