Giro, Pineau beffa i velocisti e Nibali si conferma in rosa

Nel giorno della tappa dedicata al mito di Coppi arriva la grande beffa per i velocisti. La frazione di 165 km da Novara a Novi Ligure, la 5ª di questo Giro, era tutto dedicata agli sprinter, che invece sono rimasti con un palmo di naso lasciando via libera ai 3 fuggitivi di giornata. Incredibile il finale con i componenti del gruppo che, pronti ad ingoiare i 3 corridori, cominciano invece a disturbarsi a vicenda. Ringrazia Jerome Pineau, che coglie il 2° successo della Quickstep davanti a Fouchard e all’eroico giapponese Arashiro, infugadalkm 18. Ilgruppoèregolato in volata da Farrar, ma non ci può essere soddisfazione per chi voleva vincere la tappa. Fin dalla partenza sono stati in moltii tentativi di fuga, ma solo il nipponico della Bbox Bouygues Telecom riesce a prendere il largo. Al suo inseguimento partono Pineau, Fouchard e la maglia verde, il tedesco Paul Voss. Insieme il quartetto giunge ad avere 5’40 di vantaggio. Solo a quel punto gli inseguitori iniziano a tirare, ma la rincorsa si chiude con un nulla di fatto. Non cambiano le posizioni di vertice: la maglia rosaresta sulle spalle del siciliano Nibali. Oggi si corre da Fidenza a Marina di Carrara, 172 km con le prime salite tra cui il passo del Battello: sarà la prima verifica per i big. Intanto arrivano notizie dalla federciclismo: Paolo Bettini dovrebbe succedere a Franco Ballerini nel ruolo di ct della nazionale. -dnews-