Arriva la Polverini il treno dei pendolari pulito e puntuale

Si è alzata anche lei alle 5 di mattina per improvvisarsi pendolare su un treno regionale della linea Velletri-Roma. Alba particolare quella della neo-governatrice Renata Polverini, per la gioia di centinaia di viaggiatori. «Èstranamente partito puntale il treno, alle 6.35, e questo non succede mai», hanno notato i pendolari con cui il presidente si è confrontata. «La mia sensazione è che sia più pulito di quanto non deve esserlo normalmente», ha replicato la Polverini che il treno lo ha girato avanti ed indietro più volte. «La prossima volta devo venire senza preavviso», ha promesso. «Presente anche l’assessore regionale ai Trasporti Francesco Lollobrigida. «Nella mia vita – ha ammesso Polverini – non ho mai dovuto fare la pendolare perché abito a Roma ma a volte attraversare di mattina la città è anche più complicato». Ma i pendolari l’hanno “rassicurata”: «Su questi vagoni fantasma sporchi e puzzolenti anche i bagni sono impraticabili. La frequenza delle corse è bassa, i continui ritardi sono causati da binari che a tratti diventano unici per entrambi i sensi di marcia. E nelle stazioni e nei treni non ci sono controlli e per questo in passato si sono verificati scippi e aggressioni. Infine alcuni ragazzi all’altezza dell’acquedotto lanciano sassi al treno in passaggio, ma nessuno è mai intervenuto». Sono circa 3.000 i residenti di Velletri che arrivano ogni giorno a Roma. A loro la Polverini ha ribadito che «c’è già una vertenza con Trenitalia che deve rispettare il contratto di servizio».