Pizarro non molla lo scudetto: «È difficile. Dobbiamo vincere e sperare»

David Pizarro stringerà i denti e domenica ci sarà, contro il Chievo. Il “metronomo” della Roma, alle prese con qualche problema a un ginocchio e una botta alla caviglia destra, non ha intenzione di tirarsi indietro proprio all’ultimo, quando saranno necessari 3 punti per tentare il miracolo. Ovvero la conquista dello scudetto: «È molto difficile – ammette Pizarro – per noi è importante vincere e poi sperare (che l’Inter non vinca con il Siena, n.d.r.). Per quello che abbiamo fatto in questo campionato siamo contentissimi. Noi ci proveremo come abbiamo sempre fatto. Se poi dovesse succedere sarebbe l’ideale». La Roma vuole la vittoria: «Siamo coscienti che è una giornata fondamentale – prosegue il “Pek” – speriamo di arrivare nella migliore forma possibile a domenica, con l’aiuto dei nostri tifosi che ci saranno sempre. Quello che hanno fatto per Totti è da lacrime agli occhi». Pizarro quindi domenica sarà in campo nonostante i problemi fisici. Ci saranno anche Cassetti e Vucinic, pure loro un po’ acciaccati. Il tecnico Ranieri sta pensando a un tridente offensivo con il montenegrino, Menez e Totti per battere il Chievo. Ieri ha provato i tre in allenamento. Per l’ultima di campionato a Verona non ci sarà la presidente Rosella Sensi, che seguirà la squadra da casa come tradizione per le trasferte. «È una questione di scaramanzia», spiega mamma Maria. La numero uno della Roma sta lavorando anche per il mercato, in sinergia con il direttore sportivo Daniele Pradè. Piace molto Yossi Benayoun del Liverpool mentre è sempre più vicino Guillermo Burdisso, 22 anni, fratello di Nicolas, reduce da un’ottima stagione nel Rosario Central, in Argentina. Per l’attacco prende consistenza la candidatura di Adriano, che può essere preso a costo zero (più 2,5 milioni di ingaggio all’anno) perché in scadenza di contratto a fine mese con il Flamengo. L’ex interista ha iniziato il 2010 con 11 reti in 10 partite nel campionato di Rio. Infine una nota molto triste: ieri è morto Fausto Iosa, storico tifoso, vicepresidente dell’Associazione Italiana Roma Club e molto amato da tutto il popolo giallorosso. I funerali si terranno oggi alle 11.30 nella chiesa di San Martino ai Monti. -dnews-