Telecamere in stanze da letto, spiava i propri inquilini

Un “Grande Fratello” erotico, spiando le notti delle coppiette a cui aveva affittato i suoi appartamenti. È stato denunciato un 46enne di Noceto (Parma) che aveva spacciato delle microcamere presenti nelle stanze da letto come un semplice antifurto. A svelare il gioco perverso approntato dall’uomo in diversi appartamenti di sua proprietà, è stato un elettricista chiamato da una giovane coppia straniera per fare alcuni lavori nella casa presa in affitto. L’artigiano, aperta una delle scatole dell’impianto, ha scoperto l’apparecchio piccolissimo e ultrapiatto posizionato nel muro a fianco del letto ed ha dato allarme. Della vicenda la coppia di inquilini hanno subito informato i carabinieri e, avvisati i vicini, il numero delle denunce è salito a 7. L’uomo, interrogato, avrebbe ammesso di avere seguito in diretta quello che avveniva nelle camere dei suoi inquilini, ma di non avere mai registrato le immagini. -dnews-