Montino: Aumento delle tasse alle porte

«La paralisi in cui versa la nuova amministrazione regionale rischia di essere pagata a caro prezzo dai cittadini del Lazio con un aumento delle tasse già dal prossimo giugno». Così l’ex vice governatore Esterino Montino è intervenuto sull’impasse della squadra-Polverini. La possibilità è prevista dalle norme contenute nel Patto della salute che vincola tutte le regioni a rispettare il ruolino di marcia fissato dai piani di rientro. «A quella data mancano 10 giorni, ma il presidente Renata Polverini e il Pdl sono ancora al punto di partenza ed addirittura alle minacce di dimissioni. Mentre si perde tempo a risolvere il rebus delle poltrone i conti della sanità sono fuori controllo. Il rischio che corrono tutti i cittadini del Lazio, le grandi e piccole imprese di questa Regione è che da giugno scatti un aumento delle tasse oltre le aliquote massime. Se questo accadrà, e ci sono tutte le premesse, la responsabilità politica sarà del Pdl ma sopratutto della presidente-commissario che non ha fatto nulla per evitarlo». il senatore del Pd Roberto Di Giovan Paolo attacca invece «l’inconsistenza politica del Pdl nel Lazio: a un mese e mezzo dalle elezioni, il Lazio non ha un governo». Per il deputato del Pd Michele Meta «sulla testa della Polverini pende la spada di Damocle dell’inevitabile, e non scontato, via libera di Berlusconi al valzer di poltrone».