New York, disinnescata l’autobomba. Obama elogia la polizia

L’autobomba trovata in nottata a Times Square è stata disinnescata dagli artificieri della polizia di New York. La macchina, con targa del Connecticut, è stata isolata. Sul sedile posteriore c’era un pacco con benzina, propano e, secondo alcune indicazioni, polvere da sparo. L’uomo che si trovava a bordo sarebbe scappato, secondo quanto ha scritto il New York Times. Fonti federali hanno escluso che si sia trattato di un atto di terrorismo, ma la polizia ha setacciato la piazza per verificare se ci fossero altri ordigni. Il presidente Usa, Barak Obama, ha elogiato la polizia di New York per il "rapido lavoro" effettuato quando Times Square è stata evacuata per il veicolo sospetto che aveva a bordo un rudimentale ordigno esplosivo. In un comunicato della Casa Bianca, il presidente Obama ha inoltre detto che "il governo federale è pronto a fornire ogni sostegno alla polizia della città" e che continuerà a tenersi informato sulla evoluzione delle indagini. Il sindaco di New York, Michael Bloomberg, ha dichiarato che l’evacuazione di Times Square e la neutralizzazione dell’ordigno, sebbene artigianale, ha forse evitato un evento molto cruento, "probabilmente una strage".