Strage di Viareggio, 7 indagati «Il quadro non è completo»

Sette indagati, per adesso. La procura di Lucca sta definendo il quadro accusatorio d el l’inchiesta sulla strage del 29 giugno 2009, quando un’esplosione di gpl, fuoriuscito da un carro cisterna deragliato alla stazione, provocò 32 vittime. I magistrati non si sbilanciano, ma il procuratore capo, Aldo Cicala, ha fatto intuire che la lista delle persone coinvolte potrebbe allungarsi: «Il quadro non è ancora completo » Le «indagini continuano in maniera serrata». Nessuna indicazione sui nomi degli indagati o sulle società a cui fanno riferimento. Secondo indiscrezioni, però, le prime iscrizioni riguarderebbero l’ambito dei collaudi e delle revisioni. In pratica, chi doveva controllare l’integrità del carro deragliato. Le indagini, però, riguarderanno, «anche la sicurezza della rete ferroviaria, la sicurezza dei passeggeri, dei terzi, la sicurezza di tutti». La strage, ha detto Cicala «si è verificata per un concorso di colpe », ha detto Cicala. -dnews-