La Fiat svolta, Montezemolo lascia

Svolta a sorpresa per la Fiat: Montezemolo lascia la presidenza alla vigilia della presentazione del piano industriale. Sul ponte di comando John Elkann, nipote dell’Avvocato: è il più giovane presidente della storia del Lingotto.

Elkann presidente alla vigilia del piano industriale di Marchionne: settore auto scorporato. Il titolo brinda in Borsa: +8%. Gianni era l’Avvocato, Umberto il Dottore. John Philip Elkann è ingegnere, ma l’epiteto con la maiuscola comincerà a guadagnarselo ora: da oggi, con la presentazione al cda delle dimissioni di Luca di Montezemolo, reggente per sei anni, sarà il più giovane presidente nella storia ultracentenaria della Fiat. Ha 34 anni, John detto Jaki: il nonno Gianni, che lo elesse suo delfino nel ’97, alla morte del nipote Giovannino, sfortunatissimo erede designato, ne aveva 45 quando prese le redini dalle mani di Valletta. È una svolta epocale, quella annunciata ieri in una conferenza stampa organizzata in fretta e furia dai vertici del Lingotto, a 24 ore dalla presentazione agli analisti finanziari del piano stategico 2010-2014 da cui uscirà la nuova Fiat: Montezemolo si fa da parte (ma resta nel cda) e un Agnelli – anche se il cognome si è smarrito – torna sul ponte di comando sei anni dopo la morte di Umberto e sette dopo quella di Gianni. «John è pronto» ha detto Montezemolo davanti ai giornalisti di mezzo mondo, spalleggiato dall’ad Marchionne. «Quando ho assunto la presidenza, nel 2004 la famiglia aveva perso due leader e l’azienda viveva un momento difficile. Oggi l’azienda è risanata, il mio lavoro è finito». L’era Elkann («mi avrebbe fatto piacere ci fosse stato mio nonno», ha detto) comincia con un’impennata in Borsa: ieri i titoli sono cresciuti dell’8,23%. Ma la vera svolta sarà oggi, con la presentazione del piano industriale orchestrato da Marchionne. Massimo riserbo dal Lingotto, ma quello che si profila nel futuro della Fiat sembrerebbe essere lo spin off, ovvero lo scorporo dell’auto dal gruppo e la quotazione in Borsa del business delle quattro ruote. -leggo.it-