La svolta è stata il rigore parato

Roma. Ranieri: «Julio Sergio ci ha ridato entusiasmo». «Sentivamo molto la partita, il derby è il derby. La svolta è stato il calcio di rigore parato da Bertagnoli: ci ha ridato entusiasmo». Claudio Ranieri fatica a trattenere la felicità. Anche perché deve spiegare il doppio cambio che resterà nella storia del derby: «A Totti e De Rossi non ho spiegato nulla, sentono troppo questa partita, non riescono a stare sereni. E’ stata una scelta anche tecnica, non contano i sistemi di gioco, ma la squadra. Lo spirito è questo, stavamo sotto di un gol e volevamo vincere». Al Valencia, ricorda il tecnico giallorosso, «ho tolto Romario, era giusto farlo per la squadra. Totti e De Rossi restano un nostro punto di riferimento, capitano e capitan futuro». La Roma però, sembra stanca o subisce troppa pressione: «La squadra sta bene, attorno all’80%, i ragazzi non sono abituati a stare lassù. L’Inter? Resta una grossa squadra, compatta e di personalità. Noi siamo spensierati e tranquilli..». Ecco l’uomo del giorno, Mirko Vucinic: «Vincere il derby, poi con due gol miei, è la cosa più bella del mondo». Anche Mirko elogia Julio Sergio: «Se andavamo 2-0 non so come andava a finire…». Totti e De Rossi fuori? «La cosa più importante è aver vinto: i miei gol pesano tanto perché l’Inter aveva vinto e noi da due giorni eravamo sotto pressione, non siamo abituati a stare lassù. Questa è la dimostrazione che siamo una grande squadra». Chiusura con Burdisso: «Loro hanno avuto due occasioni da gol, la nostra vittoria è meritata. Pensiamo partita per partita». -leggo.it-