Il Bayern rivuole Toni, è braccio di ferro

«Luca Toni, mozzarella, maccheroni… »: ricordate la tarantella realizzata dal sosia del centravanti della Roma, tormentone quando la punta emiliana sbarcò in Baviera? Ecco, mettiamola così, il refrain è ricominciato, solo che stavolta Toni sta nel bel mezzo d’una storia di mercato dai confini sbiaditi, visto e considerato che prima il Bayern ha pensato bene di cederlo in presto gratuito (beninteso, con emolumenti da far pagare alla Roma) ai giallorossi e adesso lo richiede a gran voce. Parola di Franz Beckenbauer, presidente onorario del club teutonico, il quale ha fatto intendere che Toni tornerà in Germania su sua precisa volontà: «Quando Toni rientrerà dal prestito – dice – tornerà in prima squadra. Quindi non ci servono attaccanti». La dichiarazione fa il paio con quella diramata sempre da alcuni organi d’informazione tedeschi 10 giorni fa, pronti a raccontare che il Bayern avrebbe sì, lasciato il centravanti a Trigoria, ma solo nell’ambito d’un affare che avrebbe portato Vucinic in Bundesliga con l’aggiunta d’una contropartita economica (24 milioni di euro) a favore dei Sensi. Le esternazioni provenienti dal gotha dirigenziale dei bavaresi hanno lasciato po’ infastidito il manager del giocatore italiano, Tullio Tinti, pronto a precisare al telefono che Luca «ha un contratto con il Bayern e alla fine della stagione faremo le dovute valutazioni». Come a dire: lasciatelo in pace, almeno per ora anche perché, secondo l’agente Fifa, «èovviamente presto per fare qualsiasi tipo di ragionamento». Ovvio l’intento dello staff dell’attaccante romanista, «Toni sta bene nella Roma e qui vuol restare». «A che titolo Beckenbauer lascia certe dichiarazioni? Non ho idea, comunque contapoco, non credo sianemmeno più presidente onorario », conclude Tinti. Non è da escludere quindi un braccio di ferro a tre tra Roma, Bayern e l’attaccante. Intanto arrivano novità dall’azionariato popolare, promosso da Walter Campanile. «Faremo coincidere il giorno dell’assemblea costituente con la data del 27 maggio, stabilita per la costituzione ufficiale dell’associazione – spiega – in questo modo i tempi previsti per la realizzazione del progetto non subiranno ritardi e al tempo stesso sarà possibile rimanere al fianco della squadra senza introdurre elementi di distrazione per l’ambiente giallorosso ». La documentazione utile per far partire l’iniziativa sarà comunque presentata il 21 aprile. Spazio al campo: Juan, che aveva saltato la sfida con l’Atalanta, è tornato ad allenarsi con il resto della truppa, così da far fregare le mani a Ranieri che, in vista della stracittadina (anticipata alle 18.30 di domenica) ha tutti a disposizione. Finale dedicato a De Rossi: è l’unico giallorosso“convocato”dalla Panini per l’album del Mondiale. Totti e Toni non ci sono. -dnews-