Volano le bollette di luce e gas

I salassi non finiscono mai. Dopo i rincari record della benzina arrivano quelli dell’energia elettrica. Per la bolletta della luce, da venerdì prossimo si pagherà il 3.9 per cento in più, per quella del gas l’incremento è del 2 per cento. Si calcola che in media per una famiglia l’aggravio di spesa è di 37,5 euro l’anno. Le tariffe della luce non aumentavano dal 2008, anno dei picchi del prezzo del petrolio. L’autorità dell’energia, che ha disposto gli aumenti, spiega che la decisione è dovuta da «un duplice effetto: da un lato, la crescita ininterrotta delle quotazioni petrolifere dal gennaio 2009 (+45% negli ultimi 12 mesi e +145% in due anni), con picchi di oltre 116 dollari al barile. Dall’altro, sui prezzi dell’energia elettrica incide il finanziamento delle rinnovabili per 4,9 miliardi di euro». Ma la giustificazione non placa le polemiche: «E’ una stangata», denuncia il Codacons. «E’ una brutta notizia per famiglie e imprese – protesta Boccia (Pd) -. Siamo ancora in attesa delle liberalizzazioni promesse dal governo, per ora impegnato solo nella inutile convegnistica pro-nucleare». -Leggo-